La Casa di Dorothy

Chi è Dorothy?
Il viaggio di Dorothy, raccontato da L. Frank Baum ne Il meraviglioso mago di Oz, sembra proprio raccontare il viaggio dei nostri bambini.  Arriva una tromba d’aria improvvisa ed inaspettata che la porta in una terra sconosciuta dove, appena arrivata, esprime il desiderio di tornare a  casa. Da lì inizia il suo viaggio in compagnia di tre insoliti personaggi ed attraverso questo viaggio Dorothy scoprirà di possedere già ciò che le serve per sentirsi a casa: le sue scarpette rosse.
La comunità La casa di Dorothy è stata pensata per rispondere al bisogno di accoglienza residenziale di circa cinque minori fuori famiglia, di età compresa tra i quattro e i dieci anni.
In questi ultimi anni la presenza sempre maggiore di bambini di età compresa fra i 5 e gli 8 anni accolti nelle nostre comunità educative residenziali per minori, ci ha interpellato chiedendoci di modulare l'intervento educativo con nuove tipologie di accoglienza.
Per poter raggiungere questi obiettivi la Cooperativa ha deciso di avviare la sua prima Comunità di Tipo Familiare all’interno del Villaggio Mafalda.

Che cos’è una comunità di tipo familiare?
La comunità di tipo familiare è caratterizzata dalla convivenza continuativa e stabile di adulti accoglienti, per cui si caratterizza per la contemporanea coesistenza dei caratteri della famiglia e di quelli della comunità per offrire ai bambini e ragazzi ospitati la possibilità di un ambiente di vita affettivamente personalizzato. Gli adulti accoglienti fungono da riferimento quotidiano nella vita della comunità, mentre gli educatori si succedono nell'arco della giornata secondo turni stabili, che consentono loro di essere presenti ai diversi momenti di vita dei minori con periodi di compresenza nei momenti più impegnativi. Agli educatori professionali sono affidate le attività a contatto con i ragazzi e di interfaccia con la loro rete di riferimento.
La caratteristica di questa comunità quindi è proprio quella di annoverare un numero limitato di figure adulte, presenti in modo continuativo, e di accogliere pochi bambini o ragazzi, facilitando così dinamiche relazionali più familiari. All’interno della comunità la vita scorre con le stesse routine quotidiane di ogni casa: la scuola, i compiti, le attività, il gioco.
La possibilità di usufruire al Villaggio Mafalda di due unità abitative molto spaziose, che unite insieme compongono l’intera comunità di tipo familiare, permette, dal punto di vista degli spazi, di ben adeguarsi alle necessità di una comunità di questo tipo.

Per informazioni: casadidorothy@paolobabini.it

 

condividi
Iscriviti alla Newsletter
sarai sempre aggiornato su novità, eventi e progetti della Coop.va

Area riservata
Inserire di seguito le proprie credenziali per poter visionare i documenti dedicati
Loading…